Montagnola

Casa Camuzzi

Hermann Hesse trascorse la seconda metà della sua vita nella sua patria elettiva Montagnola in Ticino, i primi dodici anni nella Casa Camuzzi, più tardi, con la sua terza moglie Ninon, nella Casa Rossa. Nella primavera del 1997 si offrì la possibilità di sistemare nella torre appartenente alla Casa Camuzzi il museo da tempo desiderato. Con l'aiuto di sponsor privati e il sostegno del secondogenito di Hesse, Heiner, l'apertura potè aver luogo il 2 luglio 1997 per il 120mo anniversario della nascita del poeta e pittore. La mostra è stata intenzionalmente limitata; non si voleva "sovraccaricare" lo spazio ristretto. Accanto agli oggetti personali (scrivania, macchina da scrivere, occhiali, colori, arazzo, vestiti) e aquarelli originali di Hermann Hesse sono da vedere traduzioni, prime edizioni e titoli scelti della famosa "Bibliothek der Weltliteratur" (Biblioteca della letteratura mondiale") dello scrittore ed anche documenti sull'amicizia con Gunter Böhmer, il pittore che abitava anche nella Casa Camuzzi.