Dalla terapia alla passione

Scritti poetici e osservazioni di Hermann Hesse

sul tema "pittore e pittura" si trovano in:

"Rosshalde", Romanzo 1914

(descrive il matrimonio di due artisti) "Malerfreude"

(Gioia di pittura), Poesia 1918

"Der Maler" (Il pittore), Racconto 1918

"Magie der Farben" (Magia dei colori), Poesia 1918

"Klingsors letzter Sommer"

(L'ultima estate di Klingsor),

Racconto 1920

(Stesura 1919)

"Gedichte des Malers" (Poesie del pittore), 1920

"Aquarell", Osservazione 1926

"Malfreude, Malsorgen" (Gioia e dolore della pittura),

Osservazione 1928

"Alter Maler in der Werkstatt"

(Vecchio pittore nella bottega), 1953

Poesia sul pittore Hans Purrmann

Louis Soutter, 1961

Hesse als Maler (Il pittore Hesse), 1973

Magie der Farben (Magia dei colori), 1980

Farbe ist Leben (Il colore è la vita), 1997

Lo scrittore si dedica con grande intensità fin dalla prima guerra mondiale anche alla pittura. Dagli inizi autodidatti, che lo avevano aiutato a superare la crisi, creò con i suoi circa 3.000 aquarelli un'importante opera pittorica, che mostra in colori raggianti le bellezze del Ticino - la patria scelta da Hesse a partire dal 1919 fino alla sua morte nel 1962.

 

Nel 1916 Hermann Hesse si sottopone a una psicoanalisi a Sonnmatt vicino a Lucerna. Il suo medico, il dottor J.B. Lang, lo incoraggia a rappresentare in pittura i suoi sogni. Hesse dipinge i primi quadri a Berna e nei pressi di Locarno in Ticino.

 

Nel 1917 Hesse si occupa intensivamente di autoritratti. Nel 1918 ancora tentativi di pittura in Ticino, nel corso dei quali nascono i primi testi e le prime illustrazioni per il libro Wanderung (Camminata, pubblicato nel 1920). In favore del Soccorso tedesco ai prigionieri di guerra, che Hesse aveva fondato a Berna nel 1916, vende per la prima volta raccolte di poesie con illustrazioni proprie. 1919: Hesse fa le illustrazioni per la sua fiaba Der schwere Weg (La via dura) e dipinge aquarelli per la raccolta Gedichte des Malers (Poesie del pittore). Prima mostra con aquarelli di Hesse nel 1920 nella Kunsthalle a Basilea, nello stesso anno prime riproduzioni sulla rivista Wieland, Monaco. Nel 1921 viene pubblicato la cartella di stampe Elf Aquarelle aus dem Tessin (Undici aquarelli del Ticino). Nel 1922 mostra di acquerelli a Winterthur insieme a quadri di Emil Nolde. Hesse scrive e illustra la fiaba Piktors Verwandlungen (Le metamorfosi di Piktor) per Ruth Wenger. Nel 1925 pubblicazione dell'osservazione Die Luganesische Landschaft (Il paesaggio intorno a Lugano) di Josef Ponten, nel 1926 il racconto di esso dal titolo Die letzte Reise (L'ultimo viaggio), tutti e due con riproduzioni a colori di Hesse. Mostra di 50 acquerelli a Berlino e di 100 aquarelli a Dresda. Nel 1955 viene pubblicato per la prima volta un libretto Aquarelle aus dem Tessin (Aquarelli del Ticino) e una serie di cartoline d'arte con motivi di acquerelli di Hesse. Nel 1957, in occasione dell'80mo compleanno: mostra di aquarelli di Hesse al Schiller-Nationalmuseum a Marbach. Dopo la morte di Hesse (1962) mostre dei suoi acquerelli in tutto il mondo, fra l'altro a Tokio (1976 e 1996), Parigi (1977), New York e Montreal (1980), San Francisco e Chicago (1981), Madrid (1985), Lussemburgo (1987), Amburgo (1992) e Sapporo (1995).